I docenti possono ricevere regali dai genitori?

maestraemamma
Carta del docente
Impara una lingua con Babbel: é facile, divertente e conveniente, provalo subito!

Le vacanze di Natale sono ormai vicine ed è iniziato il dibattito fra i genitori relativo ai regali da fare ai docenti.

I pareri sono molto variegati ma penso sia utile soprattutto sapere cosa prevede la normativa.

I docenti possono ricevere regali dai genitori?

La normativa è relativa solo ai docenti di scuole pubbliche ed è stato proprio l’ANAC (Ente Nazionale Anticorruzione) a richiedere, qualche giorno fa, la pubblicazione del codice di comportamento sui siti delle scuole.

Vediamo cosa prevede il regolamento in relazione ai regali:

Può il dipendete pubblico ricevere doni? Si, con limitazioni, ma non può chiederli.

L’articolato in questione.

1. Il dipendente non chiede, né sollecita, per sé o per altri, regali o altre utilità.

 

2. Il dipendente non accetta, per sé o per altri, regali o altre utilità, salvo quelli d’uso di modico valore effettuati occasionalmente nell’ambito delle normali relazioni di cortesia e nell’ambito delle consuetudini internazionali. In ogni caso, indipendentemente dalla circostanza che il fatto costituisca reato, il dipendente non chiede, per sè o per altri, regali o altre utilità, neanche di modico valore a titolo di corrispettivo per compiere o per aver compiuto un atto del proprio ufficio da soggetti che possano trarre benefici da decisioni o attività inerenti all’ufficio, né da soggetti nei cui confronti è o sta per essere chiamato a svolgere o a esercitare attività o potestà proprie dell’ufficio ricoperto.

 

3. Il dipendente non accetta, per sé o per altri, da un proprio subordinato, direttamente o indirettamente, regali o altre utilità, salvo quelli d’uso di modico valore. Il dipendente non offre, direttamente o indirettamente, regali o altre utilità a un proprio sovraordinato, salvo quelli d’uso di modico valore.

 

4. I regali e le altre utilità comunque ricevuti fuori dai casi consentiti dal presente articolo, a cura dello stesso dipendente cui siano pervenuti, sono immediatamente messi a disposizione dell’Amministrazione per la restituzione o per essere devoluti a fini istituzionali.

 

5. Ai fini del presente articolo, per regali o altre utilità di modico valore si intendono quelle di valore non superiore, in via orientativa, a 150 euro, anche sotto forma di sconto. I codici di comportamento adottati dalle singole amministrazioni possono prevedere limiti inferiori, anche fino all’esclusione della possibilità di riceverli, in relazione alle caratteristiche dell’ente e alla tipologia delle mansioni.

 

6. Il dipendente non accetta incarichi di collaborazione da soggetti privati che abbiano, o abbiano avuto nel biennio precedente, un interesse economico significativo in decisioni o attività inerenti all’ufficio di appartenenza.

 

7. Al fine di preservare il prestigio e l’imparzialità dell’amministrazione, il responsabile dell’ufficio vigila sulla corretta applicazione del presente articolo

Scarica tutto il codice

Quali sono le sanzioni?

Se il docente richiede o accetta un regalo superiore al valore di 150 euro può incorrere in una multa o sanzione pecuniaria o alla sospensione dal servizio. Uguale pena se il Dirigente ha omesso vigilanza. Se il docente riceve doni a titolo di corrispettivo per attività dovuta rischia una sospensione dal servizio da 3 a 6 anni, fino al licenziamento.

 

 

Ti può interessare anche:

E’ possibile insegnare in una scuola paritaria senza abilitazione?

Infortunio a scuola e accompagnamento dell’alunno sull’ambulanza da parte del docente

Genitori ritardatari: cosa fare quando manca il genitore all’uscita da scuola?

Scuola e sicurezza

Perchè non è possibile mandare un alunno fuori dalla porta

Si possono dare compiti per lunedì?

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *