Vaccini-e-scuola-vaccinazioni-obbligatorie-stop-autocertificazione

Vaccini: no all’ autocertificazione. Le Asl invieranno la lista degli alunni non vaccinati

maestraemamma

Vaccini a scuola – cosa cambia – ultime news

Dopo mesi di polemiche da settembre 2018 la procedura verrà nettamente semplificata.

STOP ALL’AUTOCERTIFICAZIONE

Dal prossimo anno scolastico, grazie ad un emendamento al decreto fiscale collegato alla manovra, gli Istituti Comprensivi e le Scuole paritarie forniranno alle Asl gli elenchi degli alunni iscritti e, successivamente, le Asl comunicheranno alle scuole i nominativi degli eventuali alunni inadempienti.

Questo emendamento semplificherà notevolmente il lavoro delle segreterie scolastiche.

Dal prossimo anno sarà quindi l’anagrafe vaccinale a ridurre i tempi e disagi per le famiglie e a comunicare direttamente con le scuole.

Finora la legge sui vaccini prevedeva che fossero i genitori a procurarsi i certificati vaccinali presso le Asl e a consegnare poi la documentazione alla scuola. Nel caso di vaccini non ancora effettuati dovevano compilare un’autocertificazione per dimostrare di aver già preso appuntamento presso gli ambulatori.

“Abbiamo messo a sistema una norma che, ora, può solo migliorare”,

spiega a Il Messaggero Simona Malpezzi, responsabile scuola per il Pd.
“La scuola stila gli elenchi e parla con le famiglie mentre la Asl verifica.
Con la legge sull’obbligo, per cui siamo stati tanto criticati, abbiamo ottenuti buoni risultati”,
aggiunge.
Soddisfatto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin,
che sottolinea anche l’importanza del via libera dato
all’emendamento dal Garante della privacy.

INFOGRAFICA (fonte Ansa/Centimetri)

montessori-amazon-maestraemamma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *